I vincitori del Premio Tirelli Pace

fjrigjwwe9r0missmarple:testo
da www.narninews

Una sorta di concorso per ricordare Mariolina Tirelli, una professoressa di lettere narnese che ha insegnato per decenni nelle scuole medie cittadine: un riconoscimento per chi ha formato centinaia, migliaia di narnesi, ed anche un'occasione per gli studenti della scuola media di una esercitazione in classe.
Generazioni di narnesi l'hanno avuta come docente nelle tante scuole (medie e superiori) dove ha insegnato italiano, latino, storia e geografia. La professoressa Tirelli iniziò ad insegnare giovanissima, a metà degli anni quaranta dopo aver preso due lauree: una in lettere, l'altra in pedagogia. Dopo essere andata in pensione, nei primi anni '80, ha continuato a fare la docente presso l'Istituto Sant'Anna. La scuola e l'insegnamento sono sempre stati il suo mondo, tanto che ha continuato a tenere delle lezioni presso la sua abitazione a numerosi studenti, fino alla soglia dei novant'anni. La professoressa Tirelli si è spenta il 9 agosto del 2012 all'età di 94 anni.
Tornando alla borsa di studio, va detto che questa bella iniziativa è stata fortemente voluta dal figlio di "Mariolina" Tirelli, Danilo Pace, e da Roberto Stopponi, suo vecchio alunno. Si tratta della seconda edizione di una borsa di studio assegnata al vincitore di un concorso fatto tra gli studenti delle seconde medie dell'istituto.

La scuola s'allarga. Altre aule per gli studenti

La scuola s'è ingrandita: alcune aule che una volta erano state realizzate per i corsi dell'Università di Camerino, sono entrate nella disponibilità dell'organizzazione scolastica. Una acquisizione che ha fatto molto piacere perché allarga la possibilità delle insegnanti, perché attribuisce alla scuola spazi attrezzati modernamente. Però...

leggi tutto...

Un modo di dire, due piccole invenzioni narrative. A caval donato non si guarda in bocca. Ecco le storie

Ad un esperto fantino, come premio in una gara, viene regalato un cavallo a cui dà il nome Donato. È un cavallo bellissimo, il suo pelo è lucido come la seta, è baio con le balzane tutte uguali e la criniera dello stesso nero della coda. Il fantino lo cavalca per la prima volta e subito tra loro nasce un’amicizia grandissima ,come se si fossero conosciuti da sempre.

leggi tutto...