Una biografia di Mandela

fjrigjwwe9r0missmarple:testo

Nelson Mandela

 

“Il più grande capolavoro della vita di Mandela è stato la sua vita” ecco una delle più belle citazioni del giornalista Pietro Veronese ( tratto dalla Repubblica). Nelson Rolihlahla Mandela era il  nome completo di questo grande personaggio nato a Mvezo il 18 Luglio 1918 e morto pochi giorni fa precisamente il 5 Dicembre 2013 a Johannesburg.

Il suo secondo nome, Rolihlahla, aveva qualcosa di profetico. In lingua Xhosa, la sua etnia di appartenenza, vuol dire più o meno attaccabrighe, o colui che provoca guai. E in effetti Nelson Mandela, il leader sudafricano, non ha condotto quella che si dice una vita tranquilla, sacrificando tutta la sua esistenza alla lotta contro le ingiustizie e la segregazione razziale. Egli, per tutta la vita, ha combattuto l’Apartheid: un sistema politico in cui una parte della popolazione viene privata dei diritti politici essenziali, per questo nel 1962 fu arrestato e per 27 anni è stato dietro le sbarre.

Divenuto libero cittadino e Presidente dell'ANC (luglio 1991 - dicembre 1999) Mandela concorse contro De Klerk per la nuova carica di presidente del Sudafrica e vinse, diventando il primo capo di stato di colore.Nel 1993 è stato insignito del premio Nobel per la Pace e nel 1999 si è ritirato dalla vita politica.  Ora ci ha lasciato ,ma ormai è diventato leggenda e le leggende…non muoiono mai.

Francesco Giordi, Michele Bracone, Kunar Love Preet, Emanuele Bocciarelli, Marco Moretti


La scuola s'allarga. Altre aule per gli studenti

La scuola s'è ingrandita: alcune aule che una volta erano state realizzate per i corsi dell'Università di Camerino, sono entrate nella disponibilità dell'organizzazione scolastica. Una acquisizione che ha fatto molto piacere perché allarga la possibilità delle insegnanti, perché attribuisce alla scuola spazi attrezzati modernamente. Però...

leggi tutto...

Un modo di dire, due piccole invenzioni narrative. A caval donato non si guarda in bocca. Ecco le storie

Ad un esperto fantino, come premio in una gara, viene regalato un cavallo a cui dà il nome Donato. È un cavallo bellissimo, il suo pelo è lucido come la seta, è baio con le balzane tutte uguali e la criniera dello stesso nero della coda. Il fantino lo cavalca per la prima volta e subito tra loro nasce un’amicizia grandissima ,come se si fossero conosciuti da sempre.

leggi tutto...